A mezza via (San Lorenzo)

Il cerchio concentrico si avvicina all’ombelico di quest’estate strana: nè triste nè felice.
Nessuna bella promessa ma una velata minaccia: quella sì.
Mi sono abbandonata all’inerzia mentale: ho realizzato che il corso di certe vicende non posso cambiarlo io.*
Nemmeno se offrissi la mia vita per poter intervenire.
Siamo complessivamente più forti, addirittura più indistruttibili di quanto credessimo.
Abbiamo risorse nascoste che vengono fuori al momento opportuno: magari non eravamo nemmeno consapevoli di essere in grado di alzare il palmo della mano, deciso, contro i rovesci della sorte.
E non è sentirsi bene. Non è essere sereni ed esattamente contenti di esserci.
Dopotutto siamo dei sopravvissuti, e da sopravvissuti ci adattiamo ad esistere..

* Tuttavia se stanotte mi capiterà di veder cadere una stella, esprimerò un desiderio.
Fino ad ora i miei desideri non si sono mai avverati, probabilmente perchè io, le stelle, le vedo cadere a gennaio.

Jem-They