Solo per aggiornare

Pensate che ognuno di voi sia uno e basta?
Forse vi sbagliate.
Spesso ho ironizzato sulla mia doppia personalità, salvo accorgermi, strada facendo, di essere abitata da una moltitudine di soggetti, l’uno molto diverso dagli altri.
Vi avevo ragguagliati fino a madama perfettina, all’adolescente femmina ribelle, all’adolescente maschio affetto da coprolalia, alla figlia della ballerina del Bolshoi, al marinaio irlandese, al camallo in senso lato, alla crocerossina dalle buone intenzioni, alla femmina che quando viene ferita in amore può diventare molto perfida.
Adesso sta lentamente emergendo un altro soggetto col quale imparare a fare i conti: ma non dispero.
L’umore procede fra bassi e meno bassi, alla ricerca di una piattaforma ideale che possa offrire almeno una parvenza di vera stabilità.
Il blog langue, in apnea, anche se la voglia di comunicare è ancora molto viva: forse in attesa di nuove ispirazioni.
Così, passin passino, mi avvio verso una prova che mi spaventa molto, ma che, una volta superata, mi consentirà di tornare a guardare più o meno lontano.
E chissà che la “maledizione” dei fatidici dieci anni si schianti contro una parete di un ospedale del nord, liberandomi da paure, dubbi e fantasmi del passato.

Serj Tankian – Borders are

Annunci