Bontà vostra

Vittoria, una blogger conosciuta di recente ma già da me molto apprezzata, ha voluto assegnarmi un premio, the Honest Scrap Award, del quale mi sento immeritevole come dei precedenti. Senza falsa modestia.
Dovrei assegnarlo a mia volta, come regolamento prevede, e come sempre sono imbarazzata.
Però l’imbarazzo lo tiro indietro, alla bisla buonista, quella dei mille problemi irrisolti.
Quando ho scritto il post ero al mare, con penna e moleskine.
Vi premio tutti, idealmente, ma assegno solo quattro premi, in maniera del tutto istintiva e spontanea.

A Zelda, che è nata dall’altra parte dell’Italia ma che ha una testa che assomiglia alla mia.
One head, one love, one blood.

Ad Amaracchia, che con la battuta sul busto di Clint Eastwood mi ha fatto ridere per un’ora di seguito.

A Sur, amica da tanto. Lei conosce i miei trascorsi ed io conosco i suoi. Abbiamo in comune anche una malattia, ma non lo sa nessuno. ;-)

A Celito, che coniuga cultura, ironia ed intelligenza in un modo gradevolmente personale.
Si può dire gradevolissimamente?

A Gians, che se non si presenta a Zelig come autore di testi comico-surreali, ce lo spedisco io.

That’s all folks!!

Rolling Stones – She’s like a rainbow

Annunci