il mare

gne

Non è più il tempo di dire, o di mandare a dire.
Nè di ascoltare, o ricevere messaggi che si farebbe bene a chiudere in una bottiglia (di vetro) da lanciare in mare.
Non è nemmeno più tempo di chiedere o dare spiegazioni: ognuno crederà sempre ai suoi filtri e alle sue maschere.
Non è più tempo di credere alle fiabe, perchè  prima o poi il tempo le smonta, stravolgendone il senso.
C’è un bel tratto di strada, davanti, un percorso che ci vedrà protesi verso nuovi volti amici, sempre attenti a non lasciare che qualcuno ci sorrida ghignando.
Per quel che ne so abbiamo una vita sola, o almeno una consapevole per volta: sprecarla è un delitto, ma gli eventi spesso prescindono dalle nostre intenzioni.
Stamattina c’è freddo, ma l’aria è tersa, pulita, e il mare brilla all’orizzonte.

Bruce Springsteen – Purple Rain

Annunci

4 pensieri su “il mare

  1. Il mare è aprirsi Nico, respirare a apieni polmoni, c’è qui quel profumo e quel modo. E’ un interlocutore serio il mare. Salutiamo.

  2. Quoto @Rasi : e dico che è vero, il Mare è un interlocutore serio poichè è figlio della vita e della morte, dell’ avventura reale e della lotta per sopravvivere, ma per scendere in campo con tale forza della Natura … dovremmo gettare le maschere che siam soliti indossare nella vita quotidiana, e respingere i nostri egoismi, le nostre malvagità, il nostro assurdo ritenerci immortali !
    Ne saremo capaci, @Nico ???
    Riusciremo a tornare ad essere noi stessi ???
    Io, dico di sì … e Tu ???

I commenti sono chiusi.