cose come nascere, morire

Non siamo più gli stessi.
Nell’involucro del corpo moriamo e nasciamo a vita nuova per morire ancora.
E rinascere.
Ho anelato invano ad una linearità rigida, confinata, immodificabile, come se ciò potesse
proteggermi dal dolore, quello che fa a brandelli dentro, fino a far soffocare.
Non ci sono riuscita, e ancora oggi abitano in me sentimenti in contrasto fra di loro,
dubbi, perplessità.
Diffidenza estrema che, talvolta, si sfrangia come una tela per lasciar passare poche lacrime, a fatica, e l’esigenza di credere ancora che tutto abbia un senso, e che vivere non sia solo un ciclo biologico.
Non ho avuto mai certezze, e mai ne avrò, ma mi accuccio sul dolce pendìo dei miei pensieri notturni, e mi alleno all’esercizio duro della speranza.

Lana Del Rey – Born To Die

Annunci

6 pensieri su “cose come nascere, morire

  1. fra il niente del prima e del dopo c’è questa strana pausa del vivere, inutile porsi domande e prevedere soluzioni.A noi tocca osservare e dare giudizi e opinioni come se quel che vediamo e noi stessi fossimo eterni:una piccola variazione nel DNA sociale. Se sarà utile sopravviverà. Un saluto

  2. Troppa impegnata nel ruolo di Mowgli, perché possa interrogarmi sul senso della vita. E pensare che il mio sogno era quello di trasferirmi a Heidelberg per poter passeggiare intorno all’università e rubare un po’ della filosofia che lì si respira nell’aria.

  3. Gone with the wind? Carissima Rossella con la scusa del commento mi rileggo il tuo post: fai entare la gente dentro la tua vita come pochi e come pochissimi riesci a mantenerne la privacy. Come fai? Mistero! Poi lasci il lettore pensoso, ritengo anche il più minchione, picchì sei seria, di una serietà antica e nobile…sei speciale Nicoletta e negli ultimi tempi sei anche preziosa perchè scrivi di rado ( senti da chi viene la predica). Ma io ero venuto qua per invitarti su un blog particolare, un blog fatto da me con i pezzi di me che ho ritenuto almeno degni di essere usati allo scopo. Lo scopo si chiama NUDO e CRUDO; ci avevo provato già un tempo ma adesso è diverso, adesso io sono veramente fuori da questo ambiente, vivo ai margini e praticamente non scrivo più. Tu dovevi essere informata perchè rappresenti un incontro e un piacere “storico” e credo che dovrebbe interessarti questo esperimento. In alcune parti sei citata, non potrebbe essere diversamente.Un abbraccio e come sempre salutiamo.
    Enzo

I commenti sono chiusi.