my dear Santa

castneve

Caro Babbo Natale,
dato il freddo, inusuale di questi tempi, la mia letterina non è esattamente “fuori stagione”.
Una settimana fa in casa avevo 30 gradi: adesso ce ne sono 22.
Non che la cosa mi turbi più di tanto: mentre quasi tutti gli altri (figliolo compreso) sono al mare, io mi godo la mia pace ed i miei spazi con i due piccoli quadrupedi, discreti e silenziosi, che mi fanno compagnia e mi vogliono bene.
S O L A, perchè la libertà è condizione irrinunciabile.
Tutti abbiamo bisogno degli altri, but don’t trespass my borders, please.
Una letterina a Santa prevede necessariamente una richiesta?
A me non piace bussare, e non certo per orgoglio, ma una cosa voglio chiederla.
Fa’ che io riesca a conservare sempre, cioè per quel che mi resta, la voglia e la capacità di salvaguardare i miei spazi sacrosanti, troppo a lungo mortificati ed immolati su un altare che avevo eretto da sola, al tempo in cui ero convinta di aver meritato tutto il male che mi era piovuto addosso.
Oggi sono un’altra, caro Santa.
Oggi ho a cuore me stessa.

Fredo Viola feat. Nils Christian Fossdal – Silent Night

Annunci

2 pensieri su “my dear Santa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...