essere

 

aba

Io sono qui, là, ovunque.
Sono me stessa nonostante le maschere che la vita mi costringe ad indossare alla bisogna.
Difendo l’uno che ha tutti contro, i salmoni e il panettone con l’uvetta e i canditi.
Nella vita precedente sono stata scimmia e, in questa, di una scimmia ho conservato atteggiamenti, curiosità, indole dispettosa.
Guardo la sera spegnere i colori oltre le vetrate e mi dolgo profondamente di aver buttato via tempo prezioso, regalandolo a chi non sapeva che farne.
Può succedere, succede a tanti e qualcuno nemmeno se ne rende conto.
Io sono qui, ma mi porto avanti con la consapevolezza di dover “essere per fare”.
Non si sceglie di venire al mondo, ma si può decidere di starci a modo proprio, oppure sperare semplicemente di cavarsela.
Adesso mi ritiro nella mia testa, a vivere i miei “six degrees of inner turbulence”.
Spero di partorire una decisione scintillante.

Pearl Jam – Crazy Mary

stili di vita

giò

Cosa si pensa che possa essere la vita?
Ognuno dice la sua: spesso la pensa e tace.
Non c’è scuola di pensiero, opinione radicata per partito preso, consorteria.
Io (chiedo venia, umilmente, per non aver sottinteso il pronome personale), io (reiterazione necessaria) mi confronto e spesso mi discosto, incurante di reprimenda, perplessità, critiche biascicate a labbra strette.
Chi mi voleva “solare” e ridanciana, esplosiva ed entusiasta, deponga pure armi e speranze.
Ognuno di noi sopporta il vissuto che ha alle spalle come può, o come sa.
Tuttavia può accadere che spunti qualcuno, fuori da anni polverosi accumulati come vecchi scampoli di stoffa.
Può essere che si materializzi chi ci aveva conosciuti bene, con l’entusiasmo di sempre.
E che il sapore della vita diventi meno amaro.
Per me, cioè per una come me, non è poca roba.

Sigur Rós – Fjögur píanó