quelli che benpensano

Ci vuol poco a gettare palate di melma sulla vita e la morte di una donna.
Una donna che avevo conosciuto bene e frequentato, anni fa.
I giornali, ciascuno a ruota libera, hanno fornito notizie differenti le une dalle altre.
“Sabrina assassinata dall’ex amante sessantenne”, “Sabrina e la sua denuncia per stalking”, “Sabrina uccisa davanti al figlio”, “Sabrina uccisa dopo aver accompagnato il bambino a scuola”.
I legali dei familiari della donna hanno smentito la relazione con il sessantenne, padre di un’amica, e hanno smentito che il figlioletto abbia assistito all’assassinio a bruciapelo della  mamma.
Però, ecco, nel paesotto tendenzialmente moralista ed ipocrita in cui vivo ho sentito allusioni al fatto che  se  se ne fosse stata “al suo posto” non le sarebbe accaduto nulla di male.
Suppongo che il gretto immaginario dei cosiddetti benpensanti voglia le donne separate chiuse e costrette in una vita di rinunce e sacrifici, dedite solo alla nobile cova della prole.
Ancora oggi ad un uomo si perdona tutto, escursioni sentimentali in primis, mentre una donna deve vivere solo ed esclusivamente per i figli.
Come se non avesse più desideri, progetti, sogni.
Come se la vita le spettasse solo perchè in funzione di altre vite.
Il discorso è generale: quasi certamente la povera Sabrina era stata l’oggetto dell’ossessività di un uomo malato, che il 19 aprile aveva denunciato per molestie, ma quand’anche avesse avuto una relazione, ciò sarebbe stato un suo insindacabile diritto.
Quello di continuare a vivere e ad esistere.
Però c’è ancora chi pensa che uscire con un uomo che non sia il  legittimo consorte, anche dopo una separazione, equivalga più o meno ad “andarsela a cercare”.
C’è ancora chi pensa questo nel duemiladodici.
Che schifo.

Annunci

11 pensieri su “quelli che benpensano

  1. Altrochè se è uno schifo:
    ne trovi a bizzeffe pronti a sapere quello che è meglio per te.
    A darti consigli (non richiesti) e a criticare e giudicare. Sopratutto nei riguardi di una donna. E’ sempre colpa sua… :-(

    Ma che si guardassero tutti dentro e facessero solamente i fatti propri, che ne avrebbero d’avanzo.

    Concordo con ogni tua singola parola Nico, buon fine settimana
    un abbraccio, ciao

  2. Anch’io concordo, Nico. Di solito i “benpensanti” sono i “malefacenti”(oltre che “maldicenti”), tutto rigorosamente di nascosto, si capisce.Gentaglia.
    Un abbraccio.Buon fine settimana.

  3. concordo sullo schifo, è una mentalità che non mi appartiene ma che, vivendo in un paesotto anche io, sento in giro e taglia come una lama.

  4. vivendo in una grande città questo problema non c’è, ed è un gran bel vantaggio. il problema grave e assolutamente ignorato è che ogni due giorni una donna viene ammazzata, al 99 per cento da un uomo del suo entourage familiare : non c’entra che l’abbia denunciato o meno, questi bastardi assassini non si fermano davanti a niente. ci dovrebbe essere una legge per cui uno denunciato viene immediatamente arrestato o mandato al soggiorno obbligato in altra città. come dire domani partiamo per marte. intanto le donne, di città o di campagna, continuano a morire ammazzate.

  5. Grazie per l’apporto, e il supporto.
    Si è poi appurato che il folle fosse solo il padre di un’amica di Sabrina, invaghitosi di lei. Aveva addirittura confessato ad una psicologa di voler uccidere la donna che lo aveva respinto.
    La psicologa era riuscita ad ottenere che i carabinieri perquisissero la sua casa, ma l’arma non c’era ancora (come se si potesse uccidere solo con una pistola, poi).
    Nessuno aveva pensato a pedinarlo, o anche solo a tener conto della denuncia per stalking.
    Poi tutte le fandonie scritte da giornalisti a dir poco fantasiosi…
    Il fatto è che una donna di 45 anni è morta, lasciando due figli in età critica.
    Si poteva evitare?

  6. Le donne…….mangio polvere ogni giorno come donna con l’aggravante di essere separata con prole al seguito.Stanotte l’unltima boccata che ancora mi raschia la gola

    annannetta

  7. Separata con prole: ne so qualcosa.
    Mi dispiace, Annetta: a volte pare che le disgrazie piovano semre sulla stessa fetta di terra.

  8. il maschilismo di questa società traspare anche in questi fatti.
    seguo molto questi casi ed ogni volta resto puntualmente addolorata e stupita.
    è uno schifo.

  9. Sì, Malacqua.
    Io Sabrina la conoscevo bene, e guardare i suoi manifesti funebri sui muri mi fa molto male.
    Ne hanno dette di ogni genere, ma è quello che fanno ogni volta.
    Che schifo al cubo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...