un quarto d’ora

  Magari un quarto d’ora di tempo
del mio del tuo tempo
del tempo di tutti e di nessuno
magari un quarto d’ora potrebbe far la differenza.
E un angolo acuto penetrarti
colpir le parti molli
farti sanguinare lacrime e veleno.
Quindi corri vai via scappa
scappa lontano da occhi e sorrisi assassini.
In un quarto d’ora ce la fai.

Lucio Dalla – Milano

Annunci

7 pensieri su “un quarto d’ora

  1. Mi hai fatto venire in mente che l’amore è incontro di carni dure, ma tenere, che il morbido si cerca e non si affila e che quando tutto diventa aguzzo, quel quarto d’ora dovrebbe ridursi a 5 minuti e poi a niente.

  2. Giusta osservazione, da qualunque prospettiva io riesca a considerarla. E le prospettive sono almeno due.
    Ciao Willy. :**

  3. Se cerchi carne morbida con me stai a posto.A furia di pantagrueliche colazioni e poi sdraiato ad ustionarmi sto lievitando:) Ciao

  4. Un quarto spesso è troppo, in certe situazioni basta uno sguardo e sei fottuto/a.
    So dove hai preso la foto, l’ho scoperto da poco anch’io, è mi sto deliziando.

  5. Allora è vero che sei in vacanza, Roberto. Wow. :) Goditi tutto anche per me.

    Beh, Enzo: hai ragione. Ci sono persone che…non so, non saprei come esprimere quello che ho in testa.
    La foto l’ho pescata in rete, come le altre, e ti giuro che non ricordo il sito. Me lo dici tu?

    Meeeim, mi sto riscoprendo una vena omicida che mai avrei pensato. Anche quando invio messaggi notturni (sai, per me dormire è un optional) per fare un favore ai miei amici.
    Dai, che in un’ora di volo ci ritorni. ;)

I commenti sono chiusi.