e sia.

Ogni giorno, quando apriamo gli occhi, sappiamo già che ci aspetta una giornata di lotte, di amarezze, di castelli di carta che volano via al minimo soffio di vento.
E sappiamo che certe persone, importanti per noi nel tempo che fu, sarebbero felici di vederci affondare  in un mare di guano.
Così, solo per il perfido gusto di dire a se stessi che “avevano ragione”.
Come se ragione e torto fossero abiti visti in vetrina, acquistati e indossati. Semplicemente.
Il periodo natalizio si conferma infame, ancora una volta.
Alla faccia dei buoni sentimenti così stupidamente sbandierati per farsi belli.
In fondo non c’è una gran differenza fra tante piccole delusioni  e una fine fintamente trionfale.

 Depeche Mode – It doesn’t matter   two

Annunci

7 pensieri su “e sia.

  1. A me babbo natale mi ha portato ieri un bel regalo: una cartella di Equitalia di circa 2000 euro da pagare entro 5 giorni. Ma non riesco a pensare a nessuno che godrà di questo dono: mi hanno già da tempo mandati quasi tutti a spalare guano. But it doesn’t matter anymore

  2. Quest’anno babbo natale si preannuncia più bastardo del solito, a quanto pare.
    A me ha portato, per adesso, un bel tot di problemoni in famiglia (cioè in quel che resta della mia famiglia), più una piccola, incomprensibile delusione.
    Poca roba per le nostre superspalle, vero?

  3. ma se invece, aprendo gli occhi, pensassimo che ci è stato donato un altro giorno?
    sai cosa comincia a farsi chiaro nella mia mente? che, quelli che pensiamo stiano godendo dei nostri piccoli “fallimenti”, in realtà ci ignorino!
    forse, dovremmo cominiciare a farlo anche noi…

  4. La maggior parte forse sì, ma ti assicuro che conosco una persona che, pur di vedermi “fallire”, venderebbe l’anima al diavolo: se esistessero l’anima e il diavolo.
    Ed io, persa ogni speranza in un rapporto almeno civilmente formale, vado avanti per la mia strada.

  5. Sì Nico.
    Vai avanti per la tua strada.
    Chi gode dei malanni altrui, della sofferenza altrui non è una bella persona e non merita niente.
    Neanche un pensiero.

  6. Vado avanti, Maria, anche se la mia strada non è una gran bella strada: purtroppo è l’unica che ho davanti. Però, come giustamente scrivi, non ho mai, e dico MAi goduto delle disgrazie altrui. Ho solo covato una doverosa dose di rancore, ma questa è un’altra storia.
    Un bacio. :**

I commenti sono chiusi.