Piccoli lussi

Sono stata così dura, con me, da non potermi più permettere l’atto generoso del perdono.
Non mi sono curata di me stessa per troppo tempo, pagando anche le conseguenze delle colpe altrui.
Quindi ora son finite pazienza e caramelle.
E  rispedisco al mittente malafede, meschinerie e mancanza di stile e maniere urbane.
Respingo, e ignoro, atteggiamenti che non mi piacciono, sentendo di potermi finalmente permettere il lusso di non chiedere più legittimazione a chi, in realtà, ha sempre e solo pensato al proprio benessere, mascherandosi da agnello e dimostrando la sua vera identità col passare del tempo.
Spiacente, anzi spiacente per nulla, ma io non abbozzo più, non mollo e non rimetto i peccati.
Eccacchio, mica sono Dio.

Joy Division – Disorder

Annunci

7 pensieri su “Piccoli lussi

  1. Con annesso laboratorio di GLISSAGGIO.
    Dopo un paio di anni con i doverosi “appoggi” puoi rientrare nel consesso CIVILE e tornare a scrivere con soddisfazione in rete. Pensaci Nico… onori, blandizie e convenevoli, un po’ di amoretti virtuali e tanti bei convenevoli. Pensaci Nico, basta con questa guerra contro gli imbecilli e che M..A prendiamoci la tessera anche noi. Voilà

  2. Enzo, sai bene che nè tu, nè io siamo tipi da tessere del genere. Piuttosto ci faremmo prendere a randellate. :)
    Noi
    non
    siamo
    omologati.

I commenti sono chiusi.