Senza perchè

Il portoncino semiaperto lascia intravedere un’applique alla parete, dove predominano un bianco caldo e una sensazione di quelle che difficilmente si è capaci di descrivere.
E se fosse l’ingressso di un’alcova, o di una casa piccola e accogliente, di quelle che normalmente si sognano?
Con chi  vorresti entrarci, in quel piccolo corridoio dall’atmosfera calda e promettente? Con lui, che non ha mai potuto prenderti nemmeno sottobraccio per strada, o con un altro?
Ho molto da dare, da dire e condividere, ancora: possibile che tutto sia finito così, quando non è più giorno pieno ma nemmeno sera?

Ride – Leave them all behind

Annunci

18 pensieri su “Senza perchè

  1. questo è un S.O.S. in piena regola
    cavolo, dimentica il bricconcello troppo giovane
    di uomini con tanto ancora da dare, come te, ce n’è, no?
    non ti manca nulla
    forse non dovebbe essere così pressante il pensiero
    rilassati…
    un abbraccio
    N.

  2. No, Wildest, non è un SOS, ma la consapevolezza di aver sprecato gli anni migliori.
    Il bricconcello è andato, e con lui tanti fantasmi. So che mi sono predisposta a non accogliere più nessuno, e in fondo me ne rammarico, ma certe cose non si cambiano più.
    Notte e un abbraccio.

  3. “Con chi vorresti entrarci, in quel piccolo corridoio dall’atmosfera calda e promettente?”.
    E che ne sai che è calda? Fossi in te chiamerei il bel tipo della caldaia per verificare…
    Un bacione, gemella diversa.

  4. Magari il corridoio promettente è davvero un’alcova.
    E magari chi ci entra lo fa di soppiatto, con qualcuno che non potrebbe neanche prendere sottobraccio in pubblico.

  5. ma no che non è finita così, sei aperta alla vita quanto basta per permettere a qualcuno di entrarci e farne parte, se tu lo vuoi!

  6. E’ tutto finito solo se siamo noi a volerlo,non ci sono ostacoli che tengano.Al contrario se si decide,come ho fatto io,che soli si vive divinamente c’è sempre una remota possibilità che qualcuna approfitti di un attimo di distrazione o di debolezza.

  7. Devo dire che avevo un sacco di cose da scrivere ma che il commento di efesto, qui sù, è molto meglio di tutto quello che avrei potuto esprimere.

  8. Cara Nico, il pensiero di lui è troppo presente,troppo.
    Io non so dirti il modo per diminuirlo, ma credo non sia possibile altro, che pure magari sarebbe possibile, se non lavori sul fatto che il pensiero di lui è TROPPO presente.
    Un abbraccio

  9. Risposta cumulativa, per la quale, spero, mi perdonerete.
    Il portoncino era una suggestione visiva.
    Le suggestioni chiamano a sè pensieri, ricordi, speranze che non hanno più ragione di esistere.
    In quel portoncino non ci entrerà nessuno: tantomeno io, sola o in compagnia.
    Ho sprecato troppo tempo dietro chi non lo meritava (il bricconcello, Gians).
    Ho creduto alle parole e alle promesse di chi non sapeva ancora, di preciso, che ca**o volesse dalla vita.
    Ok, ma la colpa è mia. Solo mia.
    Certe persone andrebbero fiutate a vento.

  10. chi dice che il tempo sia scaduto? come puoi dire che quelli erano gli anni migliori senza sapere quello che ha in serbo per te il futuro? molti dicono che “quando meno te l’aspetti”, io dico con Efesto “solo se non hai bisogno di riempire spazi vuoti arriva il troppo pieno”

  11. ciao nico, che bello qui!
    perché qualcosa succeda, occorre che lo si desideri fortemente, ma il desiderio è supportato dalla maturazione di certe condizioni. dopodiché, forse, comincia a partire, o a ripartire il meccanismo. un bacio

  12. Forse qualche tempo fa avrei risposto Lei che non potè prenderci nemmeno sottobraccio per strada, perché non volle. Ora non saprei. Passata la festa.

  13. Eh Nic.A volte mi chiedo perché ci siamo ridotte così.Parlo al plurale perché mi sono resa conto che per me è davvero difficile farmi travolgere dalle sensazioni:ho l’impressione che tutto mi scivoli addosso senza scalfirmi.
    Esempio:le colleghe per ringraziarmi della battaglia ,mi hanno regalato un cesto di fiori che definirlo enorme è poco.Loro erano felici ed entusiaste:io?contenta con riserva.Grata dell’attenzione ma un pò infastidita del clamore, la superficie solo mossa dalla brezza.Nulla di più.Che cosa è accaduto e quando per rendermi così?E sarò davvero capace di amare di nuovo?
    Mah.
    Nel frattempo vegeto ergo sum:)
    Un abbraccio
    MK

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...