Amici miei

Amici miei, più o meno cari, dove vi siete nascosti?
La dimensione virtuale è molto limitante: i migliori sono sempre lontani.
Scrivere con questo mal di testa non è il massimo, ma a parte le due righe due che vorrei lasciare qui, so bene che vi ho trascurati, e che voi, invece, da me ci passate sempre.
Qualcuno avrà notato che ho tolto l’elenco dei link: ce n’erano diversi “morti”, e alcuni oramai in disuso.
Alla fine dei conti ad interagire “siamo solo noi”: praticamente gli stessi.
Quelli che hanno imparato a conoscersi e a volersi bene.
In effetti una lista lunga come il Mississippi non aveva più senso.
So dove trovarvi: dove trovare voi, quelli di sempre, e i nuovi amici che si sono appena affacciati in questo manicomio di blog.
Allora passo e chiudo, citando una battuta di Woody Allen che, se non sbaglio (e se sbaglio correggetemi) è tratta da “Manhattan”: “ho in testa dei topi che suonano il bongo”.
Ad maiora. ;)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...